Counseling Relazionale per Uomini

Di Aldo Petrillo
Disciplina la tua mente, comprendi la psiche femminile e le relazioni.

Obiettivo

Man, se intendi cercare un counselor per costruire e mantenere schemi di ragionamento solidi, chiari e focalizzati, sono qui per te.

Il mio obiettivo? Fornirti gli strumenti necessari per prendere le migliori decisioni per te stesso in ambito relazionale.

Nella nostra sessione di coaching, ti aiuterò a sviluppare un approccio consapevole e razionale per muoverti nel complesso mondo delle relazioni umane – in particolar modo con le donne.

Mi presento

Sono Aldo Petrillo, coach relazionale e fondatore del progetto 'Essere Uomo'. Mi rivolgo direttamente agli uomini, proponendo una visione realista e pragmatica dei fenomeni sociali e delle dinamiche interpersonali. Attingo a discipline come la psicologia socio-evoluzionistica e adotto il sistema di pensiero Redpill nella sua essenza più pura, libera da distorsioni estremiste e semplificazioni. Mi distacco decisamente da approcci condizionati da ideologie quali il femminismo, la cultura woke e il progressismo, che spesso snaturano la psicologia, piegandola a fini morali e ideologici. Con il mio servizio di consulenza, intendo fornire un supporto concreto, accessibile e mirato agli uomini nelle loro relazioni con le donne e nella comprensione profonda delle proprie potenzialità e delle dinamiche che li vedono coinvolti. Mi baso su principi di indipendenza emotiva, forza mentale, autocontrollo, consapevolezza e intendo trasmettere un approccio logico-razionale alla vita. In pratica, sprono a vedere le cose in modo più logico e razionale. Il tutto su strumenti semplici e diretti per affrontare le sfide quotidiane, crescere personalmente e stare meglio emotivamente.

Come Posso Aiutarti?

Ecco alcuni punti chiave sui quali si strutturano solitamente la maggior parte delle mie consulenze:

La tua relazione è finita e vuoi andare avanti.
Vuoi provare il tutto per tutto per tornare con l’ex.
Devi raggiungere un obiettivo importante e vuoi gestire la pressione.

Sei vittima di manipolazione psicologica e vuoi sapere come contrattaccare o uscirne.

Vuoi capire come funziona la mente femminile, massimizzando le tue probabilità di successo con una donna di tuo interesse.
Intendi sviluppare il tuo potenziale psico-attitudinale maschile e utilizzarlo al meglio in una particolare situazione.

Vuoi acquisire una visione d’insieme più chiara riguardo la tua relazione sentimentale o una situazione specifica che coinvolge una donna.

Mi occupo di…

  • Comprendere e decifrare i comportamenti, spesso contorti, delle donne.
  • Leggere e interpretare la realtà delle dinamiche sociali e delle relazioni umane nel suo complesso.
  • Migliorare realisticamente il tuo approccio generale con le donne.
  • Sviluppare il tuo potenziale psico-attitudinale maschile con maggiore consapevolezza e cognizione. 
  • Raggiungere un controllo maggiore sulle tue emozioni attraverso il riconoscimento.
  • Allinearti con il tuo codice di valori, abbracciando pienamente il tuo “Essere Uomo”.
  • Sviluppare una mente immune da ogni forma di manipolazione, centrata e focalizzata.
  • Superare la fine di una relazione e rimettersi in gioco.
  • Sviluppare maggiore consapevolezza di sé e esercitare il pensiero critico
  • Riconquistare l’ex partner con strategie pratiche e realistiche.
  • Gestire la pressione per raggiungere obiettivi importanti nel breve o nel lungo periodo.

Principali Aree Tematiche

Donne e Uomini, pur essendo simili per certi versi, si approcciano alla realtà delle relazioni in modo differente, a causa di una combinazione di fattori culturali, educativi ed evoluzionistici. Il mio obiettivo? Guidarti tra questi due mondi.

Capire le Donne ti consente, inevitabilmente, di aumentare le tue possibilità di successo con loro, gestire al meglio le tue relazioni e, di conseguenza, migliorare il tuo benessere relazionale.

Viviamo quotidianamente in una intricata rete di rapporti sociali. A seconda della situazione in cui ti trovi, lavoreremo insieme per identificare e sciogliere i nodi di queste interazioni. Così facendo, potrai ottenere una comprensione più chiara e diretta delle dinamiche in cui sei coinvolto, consentendoti di realizzare miglioramenti concreti.

La perfezione? Pura utopia. Noi uomini non possiamo raggiungerla. Ciò che è in nostro potere è accrescere il nostro potenziale psico-attitudinale maschile, attraverso un continuo, inesorabile e costante miglioramento.

Le situazioni in cui ti trovi, gradite o meno, sono opportunità che possono spronarti verso il raggiungimento di uno stato mentale più preparato, più resistente alle contingenze e agli imprevisti della vita.

Queste esperienze, anche se sfidanti, fungono da catalizzatori per il tuo sviluppo, spingendoti a esplorare e rafforzare le tue capacità di fronteggiare e adattarti alle varie situazioni.

Il mio ruolo in tutto questo? Essere un trigger, un innesco, un tramite che ti porta ad avviare un processo di miglioramento costante, comprendendone il suo funzionamento.

FAQ

1. “Sei uno psicologo?”

No. Sono un counselor, o se preferisci coach relazionale per uomini, non uno psicologo. I due ruoli, pur avendo delle similitudini, non vanno confusi e differiscono per alcuni aspetti significativi.

2. “Cosa cambia tra Counselor e Psicologo?”

Formazione e Qualifiche:

Gli psicologi hanno una formazione accademica specifica in psicologia, spesso completata con una laurea magistrale o un dottorato. Si concentrano principalmente sul benessere personale di lungo periodo e sono qualificati per diagnosticare e trattare disturbi di natura psicologica. I counselor, d’altra parte, possono avere diverse formazioni e maturare determinate competenze, senza necessariamente avere una formazione accademica. Sono professionisti che si concentrano più sulla guida, il supporto e la soluzione per questioni di vita quotidiana o circostanze specifiche, agendo principalmente su aspetti strategici, pratici e immediati.
Nel mio caso, sono un coach relazionale specializzato nell’aiutare gli uomini a migliorare e gestire le loro relazioni interpersonali, in particolare con le donne, oltre a rafforzare il loro approccio mentale nelle situazioni che ho precedentemente specificato.

Approccio:

Gli psicologi possono utilizzare una varietà di approcci terapeutici basati sulla ricerca, come la terapia cognitivo-comportamentale, la psicoanalisi o altre forme di terapia, adeguandosi a protocolli specifici standard. I counselor, invece, possono utilizzare metodi più flessibili o personalizzati, concentrandosi sull’ascolto, il supporto, l’auto-miglioramento e l’assistenza.

Obiettivi:

Psicologo:
  • Focalizzazione sul benessere mentale complessivo.
  • Aiuto nell’identificare le cause profonde delle emozioni e comportamenti.
  • Lavoro su problemi come ansia, stress o depressione.
  • Supporto per chi vive momenti difficili o ha bisogno di comprendere meglio pensieri e sentimenti.
  • Approccio approfondito per esplorare la psiche dell’individuo.
Counselor/Coach Relazionale:
  • Concentrazione sulle soluzioni pratiche per problemi specifici.
  • Supporto per affrontare sfide nelle relazioni, al lavoro o altre questioni della vita quotidiana.
  • Attenzione al benessere emotivo, ma con un focus su strategie efficaci per situazioni specifiche.
  • Aiuto nello sviluppo di competenze per migliorare relazioni e abilità di vita.
  • Approccio orientato all’azione e al raggiungimento di obiettivi concreti.

Vincoli Etici e Regolamentari:

Gli psicologi sono spesso soggetti a rigorosi standard etici e regolamentari a causa della loro qualifica professionale. I counselor, sebbene seguano anche linee guida etiche, possono avere più flessibilità nell’approccio. Ad esempio, uno psicologo non può, per deontologia professionale, fornirti delle strategie di contromanipolazione in una determinata circostanza nel quale sei soggetto a manipolazione, poiché è più mirato ad un approccio orientato al benessere psicologico e personale, rispetto allo stabilire una sorta di gerarchia di potere all’interno di una relazione. Per cui intende preservare o ripristinare lo stato psicologico dell’individuo. Il counselor, non essendo vincolato da regole fisse, può decidere, invece, di adottare strategie attive con lo scopo di stravolgere le dinamiche di potere in una relazione. Oppure, uno psicologo non può spiegarti tecniche di persuasione al fine di ottenere successo con una donna perché ciò, per ovvi motivi, non rientra nel suo ambito di intervento e non è in linea con la sua etica professionale. Al contrario, un counselor ha tutta la liberta e l’interesse nell’esplorare e condividere approcci di questo tipo.

Tempistiche:

A differenza dello psicologo, il counselor si dedica a percorsi più brevi, focalizzandosi sulla risoluzione di problemi specifici o situazioni particolari. In questo ruolo, agisce quasi come un “alleato” che, in un certo periodo della tua vita, ti fornisce gli strumenti e le competenze per superare una situazione complessa. Questo potrebbe includere uscire da una relazione difficile, trovare la motivazione per raggiungere un obiettivo, adottare l’approccio mentale corretto, o anche approcciare nel modo giusto una donna conosciuta di recente.

Costi:

Generalmente, un counselor rispetto allo psicologo ha costi più accessibili. Questo senza compromettere la qualità del servizio, che semplicemente è diverso, e mirato ad altri scopi.

Chi scegliere?

La scelta tra uno psicologo e un counselor/coach relazionale dipende dalle esigenze individuali, dalle circostanze specifiche e dagli obiettivi personali di crescita e benessere.

4. “Perché dovrei rivolgermi a te?”

Questa è una valutazione che puoi ponderare tu personalmente, non è mia intenzione convincerti senza mostrare il mio lavoro. In che modo posso farlo? 

Ho dedicato molti anni allo studio alla comprensione della prospettiva maschile, un ambito che, a mio avviso, è spesso trascurato dai media tradizionali in una narrazione mainstream che tende a demonizzare l’essere uomo.

Nel contesto della Manosphere italiana, ho lavorato per connettere diverse realtà che la rappresentano.

Ho conosciuto e sviluppato un approccio Redpill reale, razionale, analitico, freddo e consapevole, mantenendo intatta la sua essenza originale, lontana da distorsioni, estremismi e semplificazioni.

Attraverso esperienze dirette e studi indipendenti, ho acquisito competenze nel mondo delle relazioni, specializzandomi in situazioni di manipolazione psicologica.

Il mio approccio, arricchito da conoscenze in ambito psicologico e relazionale, unitamente alla mia esperienza personale e intuizione, mi ha permesso di fondare una delle realtà più significative e influenti della Manosphere italiana: “Essere Uomo“.

Ho fondato una community unica e un ecosistema composto da migliaia di uomini, creando qualcosa di inedito. L’entusiasmo e i feedback positivi ricevuti da uomini di tutte le età mi hanno costantemente motivato a proseguire nel mio lavoro. La mia opera di divulgazione, che unisce serietà e intrattenimento, ha naturalmente portato all’introduzione del mio servizio di consulenza e caoching. Fortunatamente, questo percorso mi ha regalato grandi soddisfazioni a livello umano.

Se sei capitato su questa pagina attraverso le tue ricerche online e non mi conosci ancora, ti invito a prenderti un momento per esplorare gli articoli che ho scritto e quelli dei miei collaboratori. Sono disponibili gratuitamente e spero possano essere di aiuto e interesse per tutti. Se ti va, puoi anche seguirmi su “Essere Uomo” attraverso i social media, per avere un’idea più diretta del tipo di lavoro che svolgo. Se ritieni che i temi che affronto possano essere in linea con i tuoi interessi, sentiti libero di contattarmi. Cerco sempre di agire con trasparenza e sono qui per offrire chiarimenti o supporto, qualora ne avessi bisogno.

5. “Ti rivolgi solo agli uomini?”

Mi rivolgo principalmente agli uomini, a causa di una scelta personale e agli obiettivi che mi sono prefissato con il progetto “Essere Uomo“.

Tuttavia, in qualità di coach relazionale mi ritengo perfettamente in grado di comprendere e affrontare dinamiche e situazioni analoghe da una prospettiva femminile, con tutte le differenze che questo comporta.

6. “Sei un esperto di seduzione?”

No. Non sono un guru della seduzione o uno che vuole venderti corsi per riuscire ad avere tutte le donne del mondo con chissà che metodo magico. Non ti fornisco regole standardizzate e manualetti da leggere. Con la consulenza, avrai un confronto diretto con me nel quale mi spiegherai la tua situazione, e ti aiuterò a trovare delle soluzioni.

Mi capita spesso che alcuni mi confondono per un esperto di seduzione. Non è affatto così. Ciò che faccio concretamente, invece, è fornire agli uomini una predisposizione mentale, delle strategie e una visione d’insieme che, realisticamente, aumentano le probabilità di successo con le donne.

7. “Come Posso Contattarti?”

Telegram è il veicolo principale. Troverai il link in fondo alla pagina. Contattami in chat e descrivimi la tua situazione. Ti risponderò appena possibile con dei messaggi vocali, fornendoti una panoramica generale della tua situazione. Non hai Telegram? Puoi inviarmi una mail a aldo.petrillo@essereuomo.it o puoi scrivermi dalle varie piattaforme social come Instagram o Facebook.

8. “Come ti illustro la mia situazione?”

Man, in un primo momento preferisco che mi invii un messaggio di testo, semplicemente perché potrei, per ragioni di tempo, non riuscire a dedicare ad un tuo eventuale messaggio vocale la giusta attenzione che meriterebbe, specie se particolarmente lungo.

9. “Cosa accade dopo che ti ho scritto?”

La scelta è tua: dopo aver ricevuto i miei messaggi vocali iniziali, dove delineo la panoramica generale, puoi decidere se desideri procedere con una consulenza più dettagliata.

10. “Come si svolge la consulenza?”

La consulenza si svolge interamente via telefono, cellulare se lo preferisci, o tramite Telegram. In quest’ultimo caso, se lo desideri, è possibile registrare la sessione, così da permetterti di conservarla e riascoltarla quando vuoi.

11. “Cosa accade dopo che ci siamo sentiti”

Possiamo restare in contatto e aggiornarci. Sentiti libero di scrivermi per consigli veloci, opinioni, o per fissare un nuovo appuntamento qualora ne sentissi la necessità.

Professionista di cui alla Legge n. 4 del 14 gennaio 2013, pubblicata nella GU n. 22 del 26/01/2013

“La razionalità non può piegarsi a ideologie, religioni o convinzioni politiche. Per osservare le complesse interconnessioni della realtà, deve essere libera da qualsiasi catena.”

© 2021 – 2024 · Tutti i diritti riservati