MANSPLAINING: come le FEMMINISTE delegittimano il pensiero maschile

Mansplaining e Femminismo

Mansplaining

Il termine Mansplaining sta ad identificare il fenomeno secondo cui un uomo spiega determinati argomenti parlando al posto della donna, o rivolgendosi direttamente a lei, partendo dal presupposto che questa abbia capacità cognitive inferiori alle proprie.

Abuso del termine

È interessante notare che quando tu uomo bianco cis gender – come amano definirci le femministe moderne – provi ad esprimere una tua opinione, che si discosta dal loro modo di pensare allineato, sei accusato di mansplaining, squalificando completamente il tuo pensiero.

È molto più semplice per loro rendere nullo il pensiero maschile piuttosto che controbattere con fatti e argomentazioni logiche.

L’abuso di questo termine è un’altra arma del loro arsenale, è come se nel momento in cui provi a dire la tua, si tappano le orecchie e cominciano ad urlare: “aaah! Non ti sento! Taci mansplainer” e tu perplesso ti stanchi di confrontarti con loro perché tanto non c’è possibilità di dialogo.

Partono dal pregiudizio che tu sei uomo e quindi devi tacere su certe tematiche (aborto, quote rosa, immigrazione, sessismo, transfobia). Non è sessismo questo? Dover star zitti perché siamo uomini e quindi non possiamo capire. Poi però loro ti spiegano di cosa tu abbia bisogno. Ti spiegano i motivi del perché tu uomo soffri in questa società. Hanno la presunzione di definire cosa sia la mascolinità. Hanno la presunzione di parlare di problematiche maschili senza interpellare i diretti interessati. Questo come vogliamo chiamarlo? “womansplaining”?

Delegittimare il pensiero maschile

Non è mia intenzione creare una battaglia tra sessi o abusare di certi neologismi angloamericani, ma in questa epoca storica, femministe della terza e quarta ondata, politici allineati al politicamente corretto per perseguire i propri interessi, globalisti padroni di grandi quantità di capitali, giornalisti schierati politicamente e grandi aziende che utilizzano battaglie sociali per promuovere il loro Brand, hanno il controllo sulla verità. Sono loro a scrivere la realtà, a definire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, e pian piano tutti ci stanno credendo.

Delegittimare il pensiero maschile è fondamentale per ridurre al minimo l’opposizione ideologica e continuare a raccontare una verità unilaterale che non ammette altre narrazioni. Le donne sono oppresse, gli uomini sono privilegiati. Questo ci dicono e a questo dobbiamo credere.

Dobbiamo credere in maniera dogmatica a ciò che dicono nonostante ci ripetano che siamo in democrazia e c’è liberta di espressione. È un enorme paradosso!

Leggi anche:

condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui Essere uomo su Instagram

Entra a far parte del gruppo telegram al maschile