Will Smith colpisce Chris Rock: riflessioni sull’accaduto

Will smith schiaffo a chris rock

Ne stanno parlando tutti, Will Smith ha dato un schiaffo a Chris Rock la notte degli Oscar! Il motivo? Quest’ultimo ha fatto una battuta sulla testa rasata della moglie di Will.

“Jada non vedo l’ora di vedere G.I. Jane 2”, dice il comico, paragonando la testa di Jada a quella del soldato Jane del film del 1997 di Ridley Scott.

Jane e Jada

Jada non la prende bene; gira lo sguardo, storce la bocca, alza le sopracciglia. Tutti gli altri ridono, anche Will… Inizialmente. Poi l’inquadratura della camera cambia. Will Smith probabilmente in quel momento processa, vede la moglie risentita e non gradisce quella battuta. Una molla scatta nella sua testa. Sale sul palco e tira un ceffone a Chris tra lo sgomento dei colleghi seduti in platea.

Cosa è accaduto nella mente di Will? È evidente che in quel momento la parte di lui più istintiva abbia preso il sopravvento, ottenebrando la ragione. Ha agito come se tutto il resto attorno a lui non esistesse. L’oscar, la carriera, il pubblico. Non contava più nulla! Era come se le luci illuminassero solo Chris e il cammino verso di lui.

Will Smith per molte donne (e anche uomini) ha fatto un gesto degno di stima. Ce ne fossero di più come lui. Ma come, non avevano detto che erano contro la mascolinità tossica, contro i ruoli di genere? Capisco chi è stato sempre coerente con le proprie idee, ma come fanno queste progressiste, paladine del politicamente corretto a giustificare qualcosa che dovrebbe essere completamente in opposizione con i loro principi morali?

Queste sono le stesse che perculano continuamente gli uomini bassi o chi a detta loro ce l’ha piccolo e poi sono indignate dalla battuta di Chris Rock su Jada che soffre di Alopecia. Ma dai! Queste social justice warrior sono l’apoteosi dell’incoerenza

A me non da fastidio chi non la pensa come me, da fastidio chi non è coerente con il proprio pensiero. Possiamo soltanto immaginare cosa sarebbe accaduto se uno tra Will Smith o Chris Rock fosse stato bianco. O peggio ancora se Chris fosse stata una donna. Putiferio!

La sofferenza di Will

In realtà ciò che molti hanno faticato a notare è la sofferenza di Will. Sono pronto a sostenere che qualcosa lo sta uccidendo da dentro ma è bravo a nasconderlo. Credo che lui stia attraversando un periodo davvero buio della sua vita.

“Nel momento più alto devi stare attento, è lì che il diavolo viene a cercarti” dice l’amico Denzel Washington a Will Smith prendendolo in disparte durante lo spacco pubblicitario.

Una quindicina di anni fa Will non avrebbe mai fatto una cosa simile, sono pronto a scommetterci. Era mentalmente più solido. Ora è più fragile. Il problema è che, nonostante sia un grande attore e personaggio, è intrappolato nell’immagine di sé stesso che fornisce al suo pubblico. Le sue lacrime, i suoi cambi d’umore, sono un segnale forte di ciò che sta vivendo. Probabilmente Jada, la donna per la quale si è prodigato con quella scena grottesca dello schiaffo, è una delle responsabili principali del suo profondo crollo psicologico. Lei lo ha tradito con l’amico del figlio, poi con il marito sostiene di avere una relazione aperta. Un casino insomma; forse qualcosa ci sfugge, qualcosa che solo i diretti interessati sanno. Credo che Jada è come una nuvola nera nella vita di Will. Fa piovere acido. Questa non è ovviamente una certezza, ma ho questa sensazione. Il gesto di Will è un’affermazione di sé stesso, in un momento in cui sente di non essere più l’uomo di un tempo; un momento in cui sente sgretolarsi sotto i suoi piedi le certezze della sua vita.

Avrebbe potuto rispondere diversamente Will, e non per una questione etica. Avrebbe potuto rispondere con classe, in maniera sottile, durante la premiazione con un discorso che facesse riferimento alla battuta, o in un’intervista successiva, o personalmente con Chris. Insomma c’erano modi migliori per farsi valere.

Su instagram Will ha pubblicato poi un post di scuse dove condanna il suo comportamento.

“La violenza in tutte le sue forme è velenosa e distruttiva. Il mio comportamento la notte degli Academy Awards è stato inaccettabile e imperdonabile. Le battute fanno parte del lavoro, ma a era una battuta sulle condizioni mediche di Jada ed è stato difficile per me da sopportare e ho reagito emotivamente.
Vorrei scusarmi pubblicamente con te, Chris. Ero fuori di testa e ho sbagliato.
Sono imbarazzato e le mie non sono indicative dell’uomo che vorrei essere.
Non c’è posto per la violenza in un mondo di amore e gentilezza.”

condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui Essere uomo su Instagram

Entra a far parte del gruppo telegram al maschile