“Non amo la mia ragazza, ma non riesco a lasciarla”: Ecco perché succede

non amo la mia ragazza ed è triste
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pocket

5 motivi del perché ciò accade:

1. Fallacia dei costi irrecuperabili:

Dal momento in cui hai investito tante energie e risorse nella relazione, non sei disposto a chiuderla, altrimenti ti sembrerebbe di aver commesso uno spreco.

Consiglio: hai vissuto un segmento di vita con quella donna. Comunque vada, la relazione ti ha cambiato e ti ha aiutato a comprendere cosa vuoi in futuro.

2. Il timore di ferire la persona che hai affianco:

Non la ami, ma la vuoi comunque bene. Vorresti poterla lasciare in maniera indolore e ciò ti sembra impossibile, per cui non riesci a chiudere.

Consiglio: certe volte è necessario essere egoista, ti suggerisco di mettere te al primo posto e di pensare al tuo futuro. Anche se lei adesso non se ne rende conto, è la scelta migliore per entrambi, perché le vostre strade si divideranno, ed entrambi potrete costruirvi un futuro diverso e vivere relazioni più appaganti.

3. Timore di non riuscire a trovare di meglio e ti adegui.

Non la ami ma resti con lei perché credi non poter avere un’altra donna

Consiglio: Il problema è innanzitutto: a che cosa ti stai adeguando? Non devi confondere l’adeguarsi con l’accontentarsi. Quando ci si adegua è possibile ovviamente anche essere felici; magari con accanto una persona che ti rispetta, che ti ama e che ti fa vivere in maniera serena. Quando ci si accontenta invece, è come se ci fosse una autosvalutazione di se: nella paura di rimanere da solo, è facile commettere l’errore di rimanere accanto anche ad una persona che non ti tratta nella giusta maniera. Dunque adeguarsi non è sbagliato, ognuno di noi si adegua in un certo senso. L’importante, appunto, è non fare confusione con accontentarsi.

4. Comfort zone:

Lei rappresenta la tua sicurezza, quella costante che è presente in molti aspetti della tua vita. Conosce i tuoi amici, i tuoi genitori, ti sembra assurdo cambiare le cose.

Consiglio: certe volte la comfort zone è solo un abbaglio, un’illusione, un recinto nel quale ci sentiamo al sicuro. Sei come un animale in gabbia senza predatori. Poniti questa domanda: stai vivendo o ti stai solo distraendo dalla morte?

5. Il giudizio altrui:

cosa penseranno gli altri?

Consiglio: man gli altri avranno sempre da pensare male, in un modo o nell’altro, qualsiasi cosa farai. Quindi meglio fregarsene. Il loro giudizio conta relativamente.

Leggi anche: perché la tua ragazza non ti lascia anche se non ti vuole.

condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pocket

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segui Essere Uomo su instagram
"Ciò che si decompone non può rigenerarsi, ma può solo rinascere sotto altre forme"

Aldo Petrillo
Contatta l'autore
Contribuisci a far crescere Essere Uomo con una donazione
PayPal
Entra nel gruppo Telegram composto esclusivamente da Uomini
Scopri come fare
Precedente
Successivo